Contatori visite gratuiti
raven

R O I S

bussola
notebookboy
MacchinaFotografica4
Montagne

​SCRIVERE VIAGGIANDO
 

Lo scrivere, imprimere su di un moleskine un evento,una sensazione, un luogo.

Ho composto per ogni nostro viaggio un diario, dove ho annotato quello che vedevo tramite la scrittura. 

Ho raccontato i luoghi con i nostri occhi. Ho scritto di posti particolari dove bisognerebbe andarci almeno una volta.

Certo sono solo frammenti di vita, briciole che possono arricchire un viaggio anche solo con la lettura.

       MAPPE VIAGGI

 

​​Scattare una foto, raccontare della foto. Tu che leggi ti chiederai, ma dove si trova?
Senza pretese, pronte da leggere e andare, senza navigatore, solo un pizzico di avventura, e una spruzzata di probabili imprevisti. Questo è viaggiare. Un clic, un Moleskine, e una mappa.

 

           IMMAGINI IN VIAGGIO

 

​​...proprio così, è un viaggio

fatto di immagini
delle nostre zingarate in giro

per il mondo.La foto, per chi la osserva per la prima volta,può far nascere curiosità,stupore, e tanto altro.Per noi che le pubblichiamo sono la nostra memoria,quella memoria che con gli anni può sbiadire può offuscarsi. 
Le immagini sono la salvezza,amore per la scoperta.

Diario di viaggio-val Passiria-2006

bbcdac3f88e07091e0210bb52c485010
IMGBINeye-scleral-tattooing-drawing-epiphora-pngbgq7TkDy
basket-310061960720

  I NOSTRI HOBBY CREATIVI

 

Di seguito la nostra vetrina sul mondo. Ci piaceva poter condividere con il web i nostri

oggetti, tutti completamente fatti a mano. Per ogni oggetto troverete una descrizione e l’impiego dello stesso. È ovvio che essendo pezzi unici, non possono essere identici, perché appunto creati uno alla volta, con pazienza e passione. Se nel vederli poi vi arrivasse qualche idea, non fate altro che contattarci  il Vostro progetto lo realizzeremo insieme.

 

     BUTTA UN OKKIO

 

...se siete arrivati fino a qui vi ringraziamo con questo ultima chicca Buttate un occhio dentro questa stanza e troverete delle piccole storie della nostra vita.

 

​     IL NOSTRO NEGOZIO

 

Questo è il carrello, volevamo renderlo il più artigiano possibile, ed eccolo. Il cestino di quando si va nell’orto.

Infatti i nostri oggetti sono semplici, veri, come la terra quando la si coltiva.Quando un pomodoro matura e lo si stacca dalla pianta la soddisfazione non ha eguali, la medesima sensazione è quando creiamo qualche cosa, se poi ha riscontro con il web, siamo maggiormente soddisfatti.

Milano

Sabato 1.7

 

Ci riproviamo ed ora partiamo per un posticino tranquillo in val Passeria prenotato

tramite internet (visto che non possiamo lasciare l´italia per la patente provvisoria)

abbiamo preso per Colico poi per Bormio ed infine per Tirano , purtoppo cé´ il

motoraduno sullo Stelvio a Tirano ci fermiamo per un panino arriviamo sullo Stelvio

che non si puo´neppure scendere dall´auto infatti abbiamo fatto coda, vi rendete

conto coda al passo dello Stelvio non ci si puo´credere tanti moto cosi´non le ho mai

viste, naturalmente erano anche in giro come tante zanzare da evitare da schivare

quanti imprudenti la maggior parte italiani improvvisati motociclisti solo perche´

e´di moda,comunque siamo arrivati per fare 400 km ci abbiamo messo 8 ore

per fortuna la signora Brunilde la titolare del resident ci ha aspettato in quel di

Plan di Moso in val Passiria residenz Marteshof abbiamo prenotato per due settimane

dopo aver visionato l´appartamento ci siamo sistemati e´molto accogliente profumato

pulito e sembra nuovo con i piumini e gia´perche´qui siamo a 1.600 metri e ci vuole

proprio il piumino e la coperta di lana la Sig.ra Brunilde ci fornisce il pane fresco tutti

i giorni ed il latte appena munto delle sue mucche che bonta´

 

 

Plan

Domenica 2.7

Ore 11 gasolio Ridanna 20€

Sole

Scendiamo da Plan e prendiamo la strada che va a Sterzing Vipiteno, e´la ss44

il passo del Giovo e´un po´stretto ma molto panoramico, anche oggi ci sono le moto

in giro ed e´un po´pesante arrivare alla vetta che e´altra 2.904 metri siamo a

Vipiteno e´ tutto chiuso perche´e´domenica poi abbiamo fatto un giro verso la

Val Ridanna posto molto tranquillo qui si respira ci sono 25 26 gradi ventilato

con un sole a picco che pero´non da noia

 

 

Plan

I giorni si sussegueno e da oggi che e´lunedi´3 luglio purtroppo abbiamo passato

5 giorni in casa per una indisposizione di roby riprendiamo il nostro contatto

con il mondo, dico cosi´ perche´a Plan cé´ solo un piccolo negozietto e basta un gruppo

di case che sono pensioni hotel stalle e montagne tutto intorno, quindi come dicevo

il contatto con mondo lo riprendiamo andando verso S. L.eonardo che e´il paese

piu´fornito di negozi farmacia ecc attenzione agli orari dei negozi chiudono presto

la sera e per alcune attivita´ il sabato e´chiuso (macellaio solo mattino) detto questo

la strada passa sempre e comunque sia da Plata che da S.L.eonardo e da li prendiamo la strada per Merano oggi e´ venerdi´e cé´il mercato il tempo si guasta durante la mattinata

ma non piove ancora il mercato e´grandissimo , ci fermiamo a pranzo in citta´ sul viale che porta al mercato , troviamo una pizzeria , ristorante ´La marinara con 19 € abbiamo preso due pizze da bere e due caffe io che sono di milano e´un conto molto accettabile,ed ecco il temporale quindi siamo tornati a casa , un´altra gita da non perdere e´la Val D´Ega non e´ molto vicino quindi dopo S. L.eonardo di prende la strada per Merano poi la N38 per Bolzano poi ci sono le indicazioni per la Val D´Ega e´una valle fatto solo di gole molto strette a picco sulla strada che tortuosamente fiancheggia il fiume , putroppo stanno facendo le gallerie perche´ probabilmente sta franando, noi qualche anno fa gia´l´avevamo percorsa infatti un piccolo tratto e´gia´stato coperto ed e´per questo motivo che e´da fotografare anche se le aree sono molto poche si riesce comunque ad ammirare queste gole che stanno per essere nascoste per sempre , poi una volta percorsa la valle decidiamo di proseguire per la N241 che porta al lago di Carezza anche questo l'avevamo gia´visitato qualche anno fa, ma notiamo che si e´leggermente ridotto e´un laghetto a 1600 metri si puo´fare una bella passeggiata tutt´intorno perche´ci sono i sentieri in mezzo al verde 15 minuti a passo lento un parcheggio da la possibilita´di fermarsi anche per uno spuntino riprendiamo la gita salendo ancora verso il Passo di Costalunga (1745 mt) e di prendere la strada verso Tires di fronte a noi vediamo il gruppo della Marmolada per arrivare a Tigres bisogna passare un´altro passo il Nigra (1688 mt) i panorami si sussegueno suggestivi da una vallata all´altra senza sosta fortunatamente la giornata e´splendida e ci gustiamo la gita, nel tornare a casa ci siamo fermati a comprare il vino in una cantina naturalmente sulla strada del vino che parte da Bolzano e costeggia tutti i vigneti della zona la cantina e´in un castello quello riprodotto sulle loro etichette Eppan (appiano in italiano) prendiamo muller ed pinot ad un prezzo molto inferiore che a Milano .Una mattina abbiamo deciso di prendere la seggiovia ( un´altro servizio che la sig.ra Brunilde fornisce sono le previsioni del tempo, molto utili in montagna e la card per avere sconti su seggiovie musei e varie escursioni ) quindi sapendo che la giornata sarebbe stata splendida prendiamo la seggiovia che porta a 2200 metri , da li ci sarebbero tante passeggiate da farema noi facciamo due passi li intorno e ci fermiamo al rifugio, il sole scotta il panorama e´da cartolina.(6€ ca andata e ritorno con la card)

Questa gita e´stata un po´lunga siamo andati fino a Brunico prendendo sempre il passo Giovo percorso senza le moto che ti invadono le corsie e´un´altra cosa cosi´ci si puo´ gustare di piu´i panorami poi scendiamo verso Vipiteno ed infine si prende la N12 che porta a Bressanone, siamo scappati troppo caos, da qui siamo tornati indietro per Brunico ed abbiamo fatto la Val Pusteria fino alla meta Brunico cittadina molto carina con le classiche case piatte che svettano verso il cielo.

Oggi siamo andati a S.Leonardo ed abbiamo preso la N44 bis verso il passo Rombo non é

consigliato alle roulotte la strada é molto panoramica piena di tornanti il passo é chiuso

dalle 20 alle 7 del mattino ed é a pagamento salendo c'éla possibilita´di fermarsi per scattare qualche foto siamo arrivati circa a 2400 e troviamo una galleria con due porte giganti fatte di ferro aperte verso l´interno della stessa procediamo in galleria e delle lucine a destra rosse a sinistra bianche e sono le sole che la illuminano arriviamo alla fine  e scopriamo che c'é un'altro portone identico al primo proseguiamo affrontiamo qualche tornante e troviamo la vecchia frontiera italiana e dopo qualche metro l´austriaca , ormai entrambi abbandonate il passo misura 2509 metri c´e´una bella arietta anche se il sole non demorde con la sua calura torniamo indietro e notiamo che questo passo e´poco frequentato quindi ottimo per una piacevole gita tranquilla e panoramica.

Domani si ritorna a casa, vacanza finita.​


facebook
twitter
youtube
tripadvisor
pinterest
flickr
instagram

SARTISA


facebook
twitter
youtube
tripadvisor
pinterest
flickr
instagram

ROIS

Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito per ristoranti