Contatori visite gratuiti
raven

R O I S

bussola
notebookboy
MacchinaFotografica4
Abbaye de Beauport

​SCRIVERE VIAGGIANDO
 

Lo scrivere, imprimere su di un moleskine un evento,una sensazione, un luogo.

Ho composto per ogni nostro viaggio un diario, dove ho annotato quello che vedevo tramite la scrittura. 

Ho raccontato i luoghi con i nostri occhi. Ho scritto di posti particolari dove bisognerebbe andarci almeno una volta.

Certo sono solo frammenti di vita, briciole che possono arricchire un viaggio anche solo con la lettura.

       MAPPE VIAGGI

 

​​Scattare una foto, raccontare della foto. Tu che leggi ti chiederai, ma dove si trova?
Senza pretese, pronte da leggere e andare, senza navigatore, solo un pizzico di avventura, e una spruzzata di probabili imprevisti. Questo è viaggiare. Un clic, un Moleskine, e una mappa.

 

           IMMAGINI IN VIAGGIO

 

​​...proprio così, è un viaggio

fatto di immagini
delle nostre zingarate in giro

per il mondo.La foto, per chi la osserva per la prima volta,può far nascere curiosità,stupore, e tanto altro.Per noi che le pubblichiamo sono la nostra memoria,quella memoria che con gli anni può sbiadire può offuscarsi. 
Le immagini sono la salvezza,amore per la scoperta.

Diario vacanze Francia-2015

In bretagna con i cani 2015

 

 

Siamo arrivati al 27 giugno 2015 e per quest'anno abbiamo deciso di avventurarci con i nostri due cagnoni in Bretagna.

Abbiamo prenotato per tempo una villetta con giardino a Plouezec nella Côtes- d'Armor. La proprietaria si chiama Isabelle.

Partenza alle ore 2.00 di notte con 64577 km vediamo al ritorno il 17/7 quanti ne avremmo caricati.

Affrontiamo il Monte Bianco, mai fatto, arriviamo all'imbocco della galleria che inizia l'alba del sabato dopo aver consegnato al casellante ben 44.200 euro inforchiamo la galleria che è lunghisssssima e strettina. Si vede che è vecchia.

All'uscita iniziamo a fare la prima colazione della giornata sul suolo francese.

Le punte delle Alpi sono illuminate dal sole nascente, sperando ci accompagni fino nella fredda e ventosa Bretagna.

Prima di partire abbiamo fatto una piccola mappa per controllare il navigatore.

Qui di seguito la strada che a nostro parere è la più breve.

Tunnel m.bianco, Chamonix, Genevra poi per la 62 ( naturalmente bisogna avere il bollino anche se non abbiamo passato nessuna frontiera, mah..), per la Francia

Macon, Moulins, MontMarault, prendere la E11, Bourges, Vierzon, Chenonceaux, Chateau du loir, Le Mans, Lavel, Vitre- Rennes, Saint Briec. ed infine il tanto atteso cartello di PLOUZEC. eccoci arrivati alle ore 19, dopo circa 17 ore di viaggio.

Con i cani bisogna fermarsi frequentemente, ma sono stati bravissimi e comodamente stesi nell'intero baule dell'auto.

Eccoci a cercare l'oceano prendiamo per Pors-Even, Ploubazlanec scendiamo con l'auto fino al molo. Facciamo due passi con Shana e Goku per la prima volta annusano l'aria dell'oceano. Intorno c'è un locale dove cucinano mule e hotries. Infatti a fianco c'è l'azienda e quello è il suo punto di ristoro solo a mezzogiorno qualche foto per immortalare l'inizio delle vacanze.

Un posto carino per mangiare le crepe o le galette è la Creperia le mouline de la galette lezardieux. Il luogo è tipico della zona con bersò e tavolini in una vecchia cascina d'epoca. Dentro scopriamo che è del 1700 circa l'arredamento è molto curato vediamo dei cesti tutti ben appoggiati sulla balconata sopra, l'enorme camino che riempie l'ampia stanza le sedie di legno bianche, insomma proprio un bel posto. Sul tavolo le tazze per assaporare il sidro. Infatti galette alla bretone con sidro secco come dessert la Far tipica torta Bretone alle prugne. Tutto squisito.

Per il parcheggio se siete fortunati proprio di fronte ci sono degli alberi molto prosperosi dove, tra uno e l'altro le auto ci stanno comodamente.

Tutti i giorni si possono trovare mercati. Noi facciamo quello di Paimpol, molto grande e assortito. Infatti si estende per tutte le vie del centro, coprendo anche dei magnifici palazzi e la cattedrale. Comunque i colori e i profumi sono unici di questi luoghi, e non solo, scoviamo in un angolo una signora con un bell'abito da scena che canta, senza microfono, la vie en rose. È una signora molto anziana, ma con una verve unica, lei canta e tutti i passanti rimangono ad ascoltarla fino alla fine complimentandosi poi con lei. Ho saputo che Madame ha 84 anni. Arrivarci!!! L'ufficio del Turismo è proprio all'inizio del centro, dove nei giorni non di mercato lo si può anche percorre in auto.

Per gli appassionati di fotografia oltre i paesaggi che qui sono magnifici, abbiamo trovato una Abbazia molto particolare:

Abbaye Maritime de Beauport Route de Kérity Paimpol

Questa abbazia si affaccia sulla baia di Paimpol, è stata fondata dall'Ordine dei Prémonté nel 1202, è durata sei secoli, poi è stata acquista da una famiglia privata fino ad arrivare nel 1992 che la affidò al "Conservatoire du littoral". Da allora il pubblico la può ammirare in tutta la sua maestosità e teatralità, visto la mancanza del tetto. Quindi la visita è molto lunga perché si snoda tra rivoli d'acqua e giardini a terrazze, tra campi, e brughiere, tra spiagge ...insomma il paradiso del fotografo e di chi è appassionato di storia.

Parcheggio ombreggiato e gratuito, la visita è di 6 euro, per le spiegazioni ci sono dei punti dove, accomodandosi su dei cubotti, si può ascoltare nella propria lingua.

 

https://abbayebeauport.com/

 

 

Le MOULIN DE CRACA proprio a Plouezec. Questo mulino è in una posizione invidiabile, oltre a essere sempre ventilato, il che è logico per la sistemazione di un mulino, questo ha una vista impagabile sulla baia si vedono molti isolotti e volendo lo si può visitare con " gli amici del mulino" così si definisco i volontari che raccontano al sua storia, tutto gratuitamente anche il parcheggio è gratis.

 

http://www.moulindecraca.fr/


 

In giro per Falesie

Pointe de bilfort Plouzec iniziamo con questo, si arriva benissimo fino alla punta, il parcheggio è selvaggio, dove si trova una tavola in granito che spiega dove siamo e cosa stiamo osservando. Panorama splendido, il vento soffia, e se c'è il sole si rischia la scottatura.

 

http://docarmor.free.fr/valarmor/valouest/ploueze2.htm


 


Pointe de minard Plouzec. Parcheggio comodo. La vista anche qui è mozzafiato. Come sempre intorno ci sono molti sentieri per chi vuole percorrere le vecchie vie dei doganieri. Così vengono detti questi camminamenti lungo la scogliera.

 

http://docarmor.free.fr/valarmor/valouest/minard1.htm

 

 

Abbiamo provato a mangiare la pizza. Precisamente da Pili Pili in paese proprio di fronte la chiesa. Ci siamo accomodati nei tavoli fuori, protetti dai tagliavento ed in effetti si stava bene. Dopo averla scelta e una discreta attesa ecco che arriva. Risultato buona, nonostante il forno elettrico. Il dessert ha completato la cena, per 38 euro. Niente caffè perchè è lunghisssssssimo.


 

La gita a Treguier è stata per il mercato del mercoledì, carino piccino si srotola nelle viuzze del centro per poi sfociare nell'ampia piazza cittadina. Il paese ha ancora tratti medioevali ed è mantenuto bene. La cattedrale Saint-Tugdual merita senza dubbio una vista.

 

http://www.ville-treguier.fr/​


 

Non ci facciamo mancare neanche i Castelli.

Chateaux roche la jagu a Ploezal. Castello del XV secolo ora al suo interno ci sono esposizioni culturali e percorsi ludici ed interattivi. Molto interessante, dalla botanica, all'uso delle spezie, ecc. La visita si snoda per tutta la costruzione fino alle torri. Una serie di scale degradanti portano fino all'ultimo torrione, dove anche qui si possono ammirare giochi di luce e non solo. Il giardino ospita un orto botanico olfattivo, il laghetto lo si può ammirare sotto le mura e tutto intorno un parco immenso dove si può passeggiare liberamente leggendo la provenienza delle piante e dei fiori. Il parcheggio è poco ombreggiato, ma ampio, sono presenti parcheggio per invalidi, ma penso solo per il giardino la visita al castello è impensabile. Costo 5 euro attenzione agli orari la visita è senza guida, ma all'interno di ogni sala ci sono delle tavole esplicative.

 

https://www.bretagna.net/chateau-de-la-roche-jagu/

 

bbcdac3f88e07091e0210bb52c485010
IMGBINeye-scleral-tattooing-drawing-epiphora-pngbgq7TkDy
basket-310061960720

  I NOSTRI HOBBY CREATIVI

 

Di seguito la nostra vetrina sul mondo. Ci piaceva poter condividere con il web i nostri

oggetti, tutti completamente fatti a mano. Per ogni oggetto troverete una descrizione e l’impiego dello stesso. È ovvio che essendo pezzi unici, non possono essere identici, perché appunto creati uno alla volta, con pazienza e passione. Se nel vederli poi vi arrivasse qualche idea, non fate altro che contattarci  il Vostro progetto lo realizzeremo insieme.

 

     BUTTA UN OKKIO

 

...se siete arrivati fino a qui vi ringraziamo con questo ultima chicca Buttate un occhio dentro questa stanza e troverete delle piccole storie della nostra vita.

 

​     IL NOSTRO NEGOZIO

 

Questo è il carrello, volevamo renderlo il più artigiano possibile, ed eccolo. Il cestino di quando si va nell’orto.

Infatti i nostri oggetti sono semplici, veri, come la terra quando la si coltiva.Quando un pomodoro matura e lo si stacca dalla pianta la soddisfazione non ha eguali, la medesima sensazione è quando creiamo qualche cosa, se poi ha riscontro con il web, siamo maggiormente soddisfatti.


facebook
twitter
youtube
tripadvisor
pinterest
flickr
instagram

SARTISA


facebook
twitter
youtube
tripadvisor
pinterest
flickr
instagram

ROIS

Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito per ristoranti