ottavo giorno

ottavo giorno



Questa mattina partiamo per Kajenta verso la mitica Monument valley. La prima fermata Tuba city, quando scendiamo dal pulman notiamo subito qualcosa di strano,l'aria rarefatta,il sole a picco e le persone che incrociamo sono tutte cotte dal sole,infatti siamo su di un altopiano (mesas) talmente lungo e largo che sembra di essere in pianura ma siamo a 2000 mt. e quelli che incontriamo sono gli "indiani" quelli veri,originali,siamo nella zona della riserva indiana degli Hopi.Essi sono molto poveri,vivono di artigianato come le altre riserve di Navajo o Apaches lavorano l'argento creando splendide collanine oppure le famose "Kachinas"che sono piccole bambole intagliate nel legno che poi vendono ai turisti,le donne lavorano su telai creando fantasie sgargianti ma molto originali fanno tappeti, copritavoli ecc. Gli indiani delle riserve si gestiscono da soli sia per quanto riguarda la legge sia per il fuso orario infatti di un'ora pi avanti rispetto al resto della zona ,si chiama "Navajo time"tutto per risparmiare sull'elettricita .Come dicevo i federali intervengono solo in casi rari . Pernottiamo all'Holliday Inn di Kajenta.


TORNA ALL'INDICE

NONO GIORNO

HOME PAGE