Partenza

Fino alla Malpensa ci hanno accompagnato erika e mauro siamo usciti da casa alle 10.30.

Arrivati all’aeroporto alle 11.30 per precauzione abbiamo incelophanato la valigia grande

7 euro abbiamo anche comprato la columbus che è la scheda telefonica, secondo noi molto.

Comoda e conveniente vale sia in USA sia in altri stati e se non la consumi, la puoi terminare anche.

In Italia 12 euro x 60 minuti di conversazione, sono finalmente le 14.45 e stiamo decollando con 20.

minuti di ritardo la compagnia è Lufthansa in quel momento la più conveniente (a/r x2persone con

scalo a Francoforte 780 euro acquistato il tutto via internet)

Torniamo al viaggio,dopo un breve scalo e cambio di aereo eccoci di nuovo a bordo questo e un Boing 747 e’ decisamente più confortevole del precedente, naturalmente prima di salire abbiamo passato un altro controllo sia personale che bagaglio a mano, una furbata , se avete il biglietto elettronico non vi fanno fare la coda al controllo, ma ve lo fanno vidimare alla macchinetta, appunto evitanto code,ma non in tutti gli aeroporti c’e’ questa possibilita’, dicevo confortevole per me, per roby abbiamo chiesto un altro posto e per fortuna l’hostess   l’ha trovato, quindi se

siete di corporatura robusta e molto alti al momento di fare il biglietto chiedete una poltrona

chasee longue . il servizio e’ molto attento e curato, ci hanno servito di tutto colazione cena, bibite

fazzolettini inumiditi prima di ogni colazione o pranzo (tiepidi) nessuno parla italiano, per finire

il viaggio ci consegnano il solito documento da compilare per l’immigrazione americana, basta

fare attenzione alle istruzioni che vendono spiegate alla televisione e lo compilerete correttamente.

arrivati….finalmente a New York l’aeroporto  JFK  è enorme, ha 11 terminal (malpensa ne ha solo  2)tutti ordinati entriamo in un enorme salone dove ci sono una ventina di sportelli quella e’ la dogana tutti in fila.

Una famiglia alla volta viene fatta passare attraverso questi varchi e presi le impronte digitali e la foto del bulbo oculare,consegnato il foglio dell’immigrazione qualche domanda e poi…..via verso l’uscita nella grande mela… noi siamo arrivati alle 21 circa ora locale appena fuori a sinistra abbiamo lasciato il vaucher per lo shattle (cioe’ da casa abbiamo prenotato il pulmino per l’hotel con una agenzia e l’abbiamo anche pagato via internet  costo c.a.13 euro) arriva un omino, ma… forse pakistano il quale dopo averci scarrozzato per tutti i terminal ( come  dicevo prima sono 11 )alla fine ha raccolto altre 6 persone ecco ci siamo ………….entriamo in citta ‘ che emozione….., eccola quante luci lui e’ un po’ spericolato ed il nostro pensiero e’ quello arriveremo sani e salvi all’hotel, ma e’ stato un attimo il fascino delle luci ci prende, e dopo qualche fermata per gli altri  componenti del taxi arriviamo all Milford Plaza sulla 45strada , diamo il tip eccoci al primo impatto con le mance gli diamo 2 $  entriamo( l’hotel lo abbiamo gia pagato via internet 1.130 euro x 6 giorni 7 notti solo pernottamento, attenzione se prenotate via internet non chiedete il letto matrimoniale altrimenti vi prenotano 1 piazza e mezza invece solitamente sono 2 piazze e mezzo per ogni camera )torniamo a noi entriamo saliamo le scale mobili (comode!!!!) ed ecco la

reception molto scortesi forse stanchi , ci consegnano la  carta elettronica per la camera che si trova al 14 piano diamo al facchino 3 $ (ma decisamente voleva di piu’ ma…..)perche’ si allontana dalla stanza un po’ alterato, siamo cotti stanci sistemiamo gli orologi per il giorno seguente mettendoli 6 ore piu’ indietro.

 

 

clicca sulla statua per continuare